Protesta studentesca: resoconto trimestrale.

Andare in basso

vedi scioperi francesi

Messaggio  Igor Campagnola il Sab Dic 04, 2010 1:40 pm

Io pure, per almeno un mese, infatti all'università i ricercatori stanno facendo sciopero della didattica. Vengo però accusato ora di limitarmi a inviare e-mail, ora di avere idee rétro da Comune parigina. A me sembra l'inverso: che sia rétro l'idea di uno sciopero ogni tanto con manifestazione e che sia proprio questo esserci limitati fin dall'inizio a queste attività ad averci penalizzati. Quest'anno scolastico sciagurato non doveva neppure partire; il prossimo c'è il rischio che possiamo fare quello che ci pare perché a non ripartire saremo noi e non certo le università e scuole private o un governo (con o senza Silvio) che della scuola se ne frega altamente (vedi appoggio di FLI e titubanza PD sul DDL Gelmini). Forse se provate a chiederlo anche voi ai sindacati non sembro io l'unico putiferiante del gruppo. Ciao
Igor

Igor Campagnola

Messaggi : 32
Data d'iscrizione : 22.09.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Protesta studentesca: resoconto trimestrale.

Messaggio  Katia Martino il Sab Dic 04, 2010 11:48 am

Gli studenti li abbiamo visti e anche sostenuti...il punto è che loro sono una potenza perchè possono manifestare ad oltranza senza rischiare.Bisognerebbe che venisse indetto uno sciopero di almeno 10 giorni consecutivi!!! Quanti di noi aderirebbero??? Io lo farei...


Igor Campagnola ha scritto:Avete visto gli studenti delle superiori allo sbando per le strade? A Ivrea e credo anche a Torino mancava loro una guida: hanno capito che gli stanno fottendo un diritto (e non è poco, perché molti sono contenti se non c'è più la scuola) ma gli insegnanti dove sono? All'università i ricercatori (e ora anche Zagrebelsky e Eco) cercano di mantenere i contatti con la loro base, noi invece li abbiamo scaricato per dedicarci alle leggiucole salvaprecari (che non salvano un bel niente). Se si organizza una nuova protesta devono esserci i nostri allievi, almeno dal nord Italia: insomma abbattiamo Mediaset con le ruspe! Un corteo che blocchi per qualche giorno le trasmissioni televisive o invada i salotti dei ben pensanti potrebbe risvegliare tutti quei milioni di Italiani che se ne strafregano della scuola, della cultura, dei giovani, insomma di tutto tranne di chi si fa Belen o cose del genere. Facciamo correre l'idea su internet ( meglio se c'è qualcuno più bravo di me con blog ecc...) e vediamo se abbiamo i numeri per farlo! Martedì Alessio organizza un incontro con gli universitari: spero che a questo punto - dopo l'approvazione blindata del DDL - all'università abbiano capito con chi abbiamo a che fare e che, se cade il governo, comunque la scuola pubblica rimane sotto assedio perché tutti la vogliono privatizzare e rendere come una casa del GF, dove paghi per avere un bel pugno di mosche e vai avanti solo se sei una mignotta (uomo e donna che tu sia), vedi for.com, abilitazioni, ecc... Se si va alle elezioni o se si avrà un governo tecnico, in ogni caso bisogna esercitare una pressione mediatica fortissima e nuova per tornare ad avere una generazione di gente normale. Mi fa stupire che lo capiscano molti allievi e così pochi insegnanti, almeno per ora. Se avete voglia leggete il blog di Beppe Grillo sul quale una precaria giustamente sostiene che ormai in Italia è penalizzato solo chi studia e chi lavora. Non siete d'accordo? A prestissimo, Igor

Katia Martino

Messaggi : 49
Data d'iscrizione : 30.09.10
Età : 38
Località : Torino

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Con gli studenti e con le ruspe

Messaggio  Igor Campagnola il Sab Dic 04, 2010 10:55 am

Avete visto gli studenti delle superiori allo sbando per le strade? A Ivrea e credo anche a Torino mancava loro una guida: hanno capito che gli stanno fottendo un diritto (e non è poco, perché molti sono contenti se non c'è più la scuola) ma gli insegnanti dove sono? All'università i ricercatori (e ora anche Zagrebelsky e Eco) cercano di mantenere i contatti con la loro base, noi invece li abbiamo scaricato per dedicarci alle leggiucole salvaprecari (che non salvano un bel niente). Se si organizza una nuova protesta devono esserci i nostri allievi, almeno dal nord Italia: insomma abbattiamo Mediaset con le ruspe! Un corteo che blocchi per qualche giorno le trasmissioni televisive o invada i salotti dei ben pensanti potrebbe risvegliare tutti quei milioni di Italiani che se ne strafregano della scuola, della cultura, dei giovani, insomma di tutto tranne di chi si fa Belen o cose del genere. Facciamo correre l'idea su internet ( meglio se c'è qualcuno più bravo di me con blog ecc...) e vediamo se abbiamo i numeri per farlo! Martedì Alessio organizza un incontro con gli universitari: spero che a questo punto - dopo l'approvazione blindata del DDL - all'università abbiano capito con chi abbiamo a che fare e che, se cade il governo, comunque la scuola pubblica rimane sotto assedio perché tutti la vogliono privatizzare e rendere come una casa del GF, dove paghi per avere un bel pugno di mosche e vai avanti solo se sei una mignotta (uomo e donna che tu sia), vedi for.com, abilitazioni, ecc... Se si va alle elezioni o se si avrà un governo tecnico, in ogni caso bisogna esercitare una pressione mediatica fortissima e nuova per tornare ad avere una generazione di gente normale. Mi fa stupire che lo capiscano molti allievi e così pochi insegnanti, almeno per ora. Se avete voglia leggete il blog di Beppe Grillo sul quale una precaria giustamente sostiene che ormai in Italia è penalizzato solo chi studia e chi lavora. Non siete d'accordo? A prestissimo, Igor

Igor Campagnola

Messaggi : 32
Data d'iscrizione : 22.09.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Protesta studentesca: resoconto trimestrale.

Messaggio  peppe&bea il Sab Dic 04, 2010 12:16 am

Grazie Federica & Katia per aver offerto da subito la vostra disponibilità ad una proposta che Igor ha presentato addirittura dalla lezione del presidio a Piazza Castello.

MIE RIFLESSIONI ECONOMICHE: Come funziona realmente il puttanaio del Grande Fratello (GF) e quanto costa?
Spero di non commettere gravi errori nel descrivere le porcate economiche su cui si basa questo format perché per scelta non abbiamo la TV in casa (ma solo internet). VI PREGO DI CORREGGERE EVENTUALI INESATTEZZE.

IL GRANDE BUCONERO [soldi da pagare alle sanguisughe del GF]
1) Per entrare al GF bisogna superare le preselezioni [l'aspirante concorrente deve presentarsi a SUE spese credo in gazebo o qualcosa di simile]
2) Superate le preselezioni si entra in una graduatoria a pagamento, in pratica questo aspirante concorrente (precario a pagamento) sale in graduatoria solo se manda (lui o chi per lui) più sms rispetto agli altri [il costo per ogni sms è di € 1, più la tariffa del proprio operatore]
3) Una volta dentro la casa, grazie ai voti degli spettatori, si può non essere nominati per QUELLA settimana [il costo per ogni sms è di € 1, più la tariffa del proprio operatore]
4) Oppure se si è stati nominati ci si può salvare a scapito dell'avversario solo se il pubblico ha votato di più chi di dovere [il costo per ogni sms è di € 1, più la tariffa del proprio operatore]
5) Di settimana in settimana si arriva alla finale dove si arriva al vincitore [il costo per ogni sms è di € 1, più la tariffa del proprio operatore]

N.B. Il numero degli sms inviati per concorrente non vengono espressi in numero ma in percentuale (dati Wikipedia). In PERCENTUALE capite? Io se partecipo, di settimana in settimana non so quanti sms mi distanziano da chi mi precede o da chi è sotto di me.
Quindi se più vado avanti più devo pagare, mi vendo tutto, pure la macchina. Se no poi non arrivo primo, e io non sono un coglione...

Secondo me una problematica del genere può essere proposta a REPORT da noi insegnanti precari che vogliono lavorare perché i propri allievi studino per non farsi fottere da questi vigliacchi.
Tra l'altro si parla sempre di chi vince il GF, e di chi ha perso? Nella casa molti aspiranti non sono neanche entrati, ma tutti saranno d'accordo nel non dire quanti soldi hanno perso; per non fare la figura degli italiani coglioni. In questa politica disinformante possono fare molto male persone come noi, facciamoglielo capire a chi di dovere!



peppe&bea

Messaggi : 22
Data d'iscrizione : 28.09.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Protesta studentesca: resoconto trimestrale.

Messaggio  Katia Martino il Ven Dic 03, 2010 9:34 pm

ANCHE IO SONO GIà PRONTA!!!
federica daidone ha scritto:quando andiamo???? io sn già pronta.

Katia Martino

Messaggi : 49
Data d'iscrizione : 30.09.10
Età : 38
Località : Torino

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Protesta studentesca: resoconto trimestrale.

Messaggio  federica daidone il Ven Dic 03, 2010 6:18 pm

quando andiamo???? io sn già pronta.

federica daidone

Messaggi : 83
Data d'iscrizione : 22.09.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Viva gli studenti!

Messaggio  Igor Campagnola il Ven Dic 03, 2010 4:52 pm

Concordo con Peppe&Bea: sentendo gli studenti ad annozero ho pensato che mancava proprio qualche insegnante (precario e non solo) a sostenerli, a spiegare ancora meglio la situazione lavorativa del paese reale, a incoraggiare un movimento di massa che deve travolgere il berlusconismo in via definitiva e totale. Per questo ribadisco l'idea che debba essere la TV a sotterrare colui che l'ha usata in modo delirante, al punto che i più ormai confondono la realtà con i reality! Ho l'impressione che ora stiamo perdendo un'occasione davvero importante non per fare cadere il governo, ma per fare cambiare la cultura di questo paese. Se non lo facciamo noi, allora chi? E' ovvio che se siamo quattro gatti la stampa non ci caga, ma se a Cologno ci fossero quelle migliaia di studenti (sono stato in Toscana e Pisa è davvero tutta bloccata) per smascherare i "lavoratori" del GF e quell'immagine oscena di giovani che la TV instilla nelle loro menti (se no perché abolire "per un pugno di libri" dove i ragazzi sono classi normali e non cerebrolesi come ad "amici"?) forse sarebbe un inizio per tornare a contare qualcosa nella società... a presto Igor

Igor Campagnola

Messaggi : 32
Data d'iscrizione : 22.09.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Protesta studentesca: resoconto trimestrale.

Messaggio  peppe&bea il Gio Dic 02, 2010 5:11 pm

Ciò che fanno gli studenti è lottare per un obiettivo. La loro lotta può essere ridotta ad un banale modo di ragionare:
Domanda
1) Ho una situazione difficile.
Risposta
2) La DEVO risolvere.

Io non sono deluso della scuola ma di come noi (professoroni) affrontiamo i problemi, alla stessa seguente domanda:
1) Ho una situazione difficile
Rispondiamo:

2) la DEVO risolvere ma come?
2 bis a) cosa intendiamo per situazione difficile, propongo una riunione per comprendere a fondo il significato di "difficile"
2 bis b) la posso risolvere Solo Io? gli altri poi che stanno facendo?
2 bis c) più che altro è un problema complesso e assolutamente non valutabile semplificandolo a priori.
2 bis d) perché fare tante questioni? Armiamoci tutti e partite.
2 bis e) prima di cominciare una lotta bisogna possedere un bagaglio di informazioni appropriato per sapere rispondere a qualunque domanda contestualizzata alla protesta.
2 bis f) f come fanculo a me che non possiedo un linguaggio forbito a sufficienza e che faccio di sintassi gravi errori e puure gramaticalli.
2 bis g) sei arrivato fino a questo punto a leggere? Sei uno dei pochi bravi docenti: il problema dell'insegnate medio è che non ascolta mai gli altri e si lamenta sempre che gli altri non ascoltano e non si applicano mai realmente a fondo nelle cose da fare.

P.S.
D'accordo con Igor nel voler fare qualcosa di eclatante come andare a rompere i coglioni fuori della sede del Grande Fratello ma preoccupandoci prima di avvertire la stampa offrendo loro un buono scoop da sbattere in prima pagina.






peppe&bea

Messaggi : 22
Data d'iscrizione : 28.09.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Protesta studentesca: resoconto trimestrale.

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum