Code e pettine: cosa ne pensate?

Andare in basso

Code e pettine: cosa ne pensate?

Messaggio  Vincenzo Del Core il Ven Feb 11, 2011 5:56 pm

Com'è noto, la Consulta ha emesso una sentenza che sancisce l'incostituzionalità delle "code": i precari che vorranno cambiare provincia potranno mantenere il punteggio accumulato ed essere inseriti a "pettine" nelle graduatorie. La risposta del Ministero non s'è fatta attendere: "Rifaremo le graduatorie, ma inseriremo nel decreto Milleproroghe un emendamento che consenta di congelare il meccanismo". In attesa di ulteriori sviluppi, nell'assemblea del 10 febbraio abbiamo convenuto sull'opportunità di aprire un dibattito sulla questione. Riteniamo di estrema importanza, infatti, sondare gli umori del gruppo su un argomento che, si sa, costituisce uno dei principali elementi di divisione all'interno di una categoria di per sè già abbastanza "balcanizzata". L'invito rivolto ad ognuno è quello di esprimere la propria opinione in maniera serena e rispettosa di quelle altrui. Questa premessa non vuole rappresentare un atto di scarsa fiducia nei confronti di chi vorrà partecipare alla discussione, tuttavia fin dalle ultime convocazioni agostane è emerso chiaramente come quello delle code e del pettine sia un tema di una tale rilevanza che difficilmente chi lo ha affrontato è riuscito, per ovvi e comprensibili motivi, a mantenere quell'equilibrio e quella fermezza indispensabili per affrontare costruttivamente qualunque problematica. Come moderatore di questa discussione, comunque, sono convinto che gli interventi si riveleranno lucidi ed estremamente utili a definire una posizione chiara e consapevole su quest'ulteriore "pasticciaccio" elaborato dalla premiata ditta "Gelmini & Anief".

Vincenzo Del Core

Messaggi : 7
Data d'iscrizione : 06.10.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Code e pettine: cosa ne pensate?

Messaggio  Daniele Lo Vetere il Ven Feb 11, 2011 7:51 pm

Segnalo che c'è un comitato di ALessandria, con cui avevo contatti un annetto fa e che continua a mandarmi le sue mail che il 25 febbraio fa un'assemlea proprio sul tema graduatorie.
Daniele

Daniele Lo Vetere

Messaggi : 54
Data d'iscrizione : 21.09.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Code e pettine: cosa ne pensate?

Messaggio  lorenzo.azzaro il Sab Feb 12, 2011 1:54 pm

viste le ultime, penso che questa sentenza, pur avendo ripristinato un principio di legittimita, si ritorcerà, come sempre, contro tutta la categoria, alimentando di fatto divisioni e lacerazioni su presupposti di carattere regionalistico... cosa su cui la lega punta, non a caso:


http://www.orizzontescuola.it/node/13592


lorenzo.azzaro

Messaggi : 15
Data d'iscrizione : 19.10.10
Età : 42

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Code e pettine: cosa ne pensate?

Messaggio  Vincenzo Del Core il Sab Feb 12, 2011 2:57 pm

lorenzo.azzaro ha scritto:viste le ultime, penso che questa sentenza, pur avendo ripristinato un principio di legittimita, si ritorcerà, come sempre, contro tutta la categoria, alimentando di fatto divisioni e lacerazioni su presupposti di carattere regionalistico... cosa su cui la lega punta, non a caso:


http://www.orizzontescuola.it/node/13592


Da notare la furbizia della Lega che millanta di voler difendere gli insegnanti "non solo del Cento-Nord". Anche io, come Lorenzo, credo che l'obiettivo delle camicie verdi sia quello delle graduatorie regionali, con chiari progetti di intervento anche sulla programmazione e sulle materie di studio. Mala tempora...

Vincenzo Del Core

Messaggi : 7
Data d'iscrizione : 06.10.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Code e pettine: cosa ne pensate?

Messaggio  michelap il Sab Feb 12, 2011 9:19 pm

.. che scoramento!!!

vergognoso l'intervento del leghista ( si prende dei meriti come se questa incresciosa situazione non l'avessere creata loro!!!)

Ma dall'opposta sponda leggete quale totale incompetenza sui fatti trapeli da questo articolo..

http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/02/09/scuola-dal-nord-al-sud-i-docenti-sono-uguali-cosi-la-consulta-boccia-il-decreto-legge-della-gelmini/91097/

michelap

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 29.11.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

occhio...

Messaggio  Daniele Lo Vetere il Dom Feb 13, 2011 7:25 pm

Occhio però, ragazzi, a non cader nell'equivoco in cui cadono tutti sulla scorta delle notizie che passano sui quotidiani. La faccenda del pettine con la Lega c'entra poco o niente. D'accordo, poi la Lega ci mette su le mani e strumentalizza il fatto, ma non è per sua ispirazione che tutto è nato.
Le vecchie graduatorie permanenti furono chiuse, diventando "ad esaurimento", perché tutti ormai erano e sono d'accordo (PD, PDL, LDP, DP, Doc e Dop) a voler cambiare il percorso e il metodo di formazione e reclutamento degli insegnanti. Ora, lo capisce anche un bambino che se vuoi "esaurirle", devi immettere in ruolo progressivamente. Invece si bloccano le immissioni in ruolo, si taglia, ecc.. La gente a questo punto capisce di essere stata rinchiusa nella sua provincia come in un carcere. Quale illuminazione archimedica s'accende allora sulla capoccia delle teste d'uovo del ministero? "Facciamo credere a sti scemi di non essere in prigione": andate pure in altre tre province oltre alla vostra, ma in coda. A questo punto interviene l'Anief, che ha facile gioco di questi quattro idioti che ci governano e che, sulla base di un principio elementare di eguaglianza fra lavoratori sancito dalla nostra Costituzione, ottiene il riconoscimento della propria azione legale: quella decisione è incostituzionale.
La Lega in questo non c'entra, credo. E' molto peggio che se fosse solo colpa sua; non c'è dolo, volontà di fare cattiva politica, si tratta semplicemente di incompetenza. Non è che mi interessi difendere la Lega, ma difendere me stesso e tutti noi sì. Vorrei farvi notare che sui giornali, che ignorano i retroscena burocratici della faccenda, la questione invece viene posta in questi termini: la Lega ha fallito nel tentativo di protegge gli insegnanti del Nord (noi) dall'invasione di quelli del sud. Io non ho mai chiesto alla Lega di difendermi, ma far passare l'azione legale di quell'associazione a delinquere che lucra sui precai e che risponde al nome di Anief per una difesa del dettato costituzionale mi fa incazzare. La faccenda è assai più intricata: l'eguaglianza degli insegnanti è sì un principio sacrosanto, ma nel garbuglio insetricabile della realtà della scuola italiana, l'affermazione di questo principio, per così dire calato dall'alto, rischia solo di creare un'ingiustizia che saremo noi a pagare. Non mi sembra infatti giusto che si possa entrare a pettine in QUATTRO province contemporaneamente, che è come dire tenere il piede in più scarpe, soprattutto perché per chi non ha fatto ricorso (noi) non vale. Lo so, la colpa non è dei colleghi che hano fatto il ricorso, ma di chi li ha sfruttati e soprattutto di chi, i governi che si sono succeduti in questi anni nel nostro paese, è incapcae di governare e di risolvere i problemi, complicandoli semmai e creando le condizioni perché in Italia, paese di azzeccagarbugli, si debba sempre percorrere le vie legali e non quelle legislative.
Daniele

Daniele Lo Vetere

Messaggi : 54
Data d'iscrizione : 21.09.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Code e pettine: cosa ne pensate?

Messaggio  michelap il Lun Feb 14, 2011 4:48 pm

Condivido tutto, ruga per riga, quel che ha scritto Daniele.

Le graduatiorie ad esaurimento, se non si esauriscono nel giro di pochi anni (nel mio caso se le immissioni continuano così arriveranno a metà tra 50 anni!) diventano una prigione, e ledono il diritto di ciascuno a spostarsi liberamente nel territorio nazionale.

Quindi secondo me è giusto venga data la possibilità di spostarsi da UNA graduatoria ad UNA altra in altra regione/provincia.

Assoluta ingiustizia il fatto che 15000 colleghi possano avere il privilegio di avere il piede in quattro prov, ma questo sugli articoli comparsi ovviamente non compare, e comunque la colpa non è loro ma del legislatore incapace!! Questo è l'aspetto che più mi lascia affranta ( e anche Daniele, da quel che ho capito), l'essere governata non /non solo da corrotti, o opportunisti, o manipolatori... ma da incapaci!!! possibile che non si emani una normativa così clamorosamente ricorribile?

Ora il dilemma è: protestare (per il congelamento) in base ad un principio di giustizia o non protestare in base al fatto che tutto sommato questa ingiustizia per un annetto tutto sommato ci favorisce?


michelap

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 29.11.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Code e pettine: cosa ne pensate?

Messaggio  michelap il Lun Feb 14, 2011 4:53 pm

Scusate c'è una u e un non di troppo...devo imperare ad usare la funzione anteprima!

michelap

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 29.11.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

ancora sul pettine

Messaggio  Daniele Lo Vetere il Mar Feb 15, 2011 5:32 pm

Vi incollo una mail arrivatami dal comitato precari di Alessandria che contiene altre notizie sulle code e sul pettine, che contribuiscono a fare un po' di chiarezza.
Daniele

Ciao a tutti!
Vi giriamo una dichiarazione di Francesco Scrima, Segretario Generale Cisl Scuola, sulle ultime vicende delle graduatorie.
A presto,
Il Comitato Precari di Alessandria


Subject: SULLE GRADUATORIE NIENTE RISSE. DICHIARAZIONE DI SCRIMA


E’ Fioroni l’inventore delle code nelle graduatorie dei precari. Prima ancora, e ancor di più, era un convinto “codista” Berlinguer. Solo chi non ricorda – o non conosce – la storia del precariato scolastico può dare la colpa (se di colpa si tratta) ad altri. E infatti parte dalla finanziaria di Prodi del 2007, e dalla scelta di Fioroni di rendere “ad esaurimento” le graduatorie permanenti, il contenzioso che arriva fino alla recente sentenza della Consulta.
Le code di Fioroni (preannunciate nel 2007 e poi attuate dalla Gelmini nel 2009) non nascono da pulsioni antimeridionaliste, come si favoleggia, ma da un tentativo serio, condivisibile e infatti largamente condiviso (salvo le amnesie interessate di qualcuno) di comporre due interessi diversi: quello di muoversi da una provincia all’altra, quello di non vedersi continuamente “scavalcato” nelle proprie posizioni e nelle proprie attese. E' noto a tutti, peraltro, che nelle graduatorie del nord sono iscritti, da sempre, moltissimi precari originari del sud.
La natura di queste graduatorie, che sono concorsuali ma sono anche orientate a stabilizzare progressivamente il lavoro precario, ha sempre richiesto decisioni difficili per chi voglia trovare giusti equilibri fra interessi confliggenti e non solo tutelarne uno a discapito degli altri.
La pronuncia della Consulta deve ovviamente trovare applicazione: il come non è facile da immaginare, a causa di un dispositivo che azzera totalmente, e non solo in parte, la norma di legge contestata, determinando un quadro giuridico molto complesso.
Per questo un rinvio dell’aggiornamento, che ci risulta sia stato chiesto anche con emendamenti dell'opposizione, non appare privo di motivazioni plausibili.


Roma, 12 febbraio 2011


Francesco Scrima, segretario generale CISL Scuola

Daniele Lo Vetere

Messaggi : 54
Data d'iscrizione : 21.09.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Code e pettine: cosa ne pensate?

Messaggio  simona il Mar Feb 15, 2011 8:28 pm

Mi trovo sostanzialmente d'accordo con quanto dichiarato dalla Gilda di Venezia: cancellazione netta delle code e nessun inserimento a pettine in tre province.

Riguardo il mantenere blindate le graduatorie provinciali mi barcameno fra il mio piccolo giardinetto che ne verrebbe notevolmente avvantaggiato e lo stupido principio per il quale se sono libera di andare a lavorare a Londra dovrei essere altrettanto libera di andare a lavorare a Pordenone vedendomi riconosciuti ugualmente e in qualsiasi momento i miei meriti (leggi punti -sigh!).

Continuo a propendere per un superamento di graduatorie "locali" (provinciali o regionali) e la creazione di un'unica graduatoria nazionale dove chi ha più punti sceglie la sede della supplenza o del ruolo prima di chi ne ha meno, avendo maturato una maggiore "anzianità di servizio". Una soluzione che credo sia più equa: chi ha decenni di precariato alle spalle credo che abbia diritto ad avere il ruolo prima di chi ha cominciato più tardi.

Certo che se penso alla mia collega che per rimanere a Taranto lavora gratis per una privata che in cambio le riconosce il punteggio annuale si fa più forte la tentazione di lasciarli annegare in quel pantano dal quale non hanno voluto allontanarsi... Evil or Very Mad

PS: ...e se avessi una bacchetta magica eliminerei dal computo dei titoli valutabili i forcom Twisted Evil
... e, per farla proprio bastarda, con provvedimento retroattivo Twisted Evil Twisted Evil Twisted Evil Twisted Evil muahahahah!!!

simona

Messaggi : 20
Data d'iscrizione : 27.09.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

le 1000 e una proroga..

Messaggio  michelap il Mer Feb 16, 2011 6:06 pm

Se ho ben capito nell'emendamento è inserito anche questo!

A decorrere dall’anno scolastico 2011/2012 l’inserimento nella prima fascia delle graduatorie di istituto, previsto dall’art. 4 della Legge n. 124 del 1999, è consentito esclusivamente a coloro che sono inseriti nelle graduatorie ad esaurimento della provincia in cui ha sede l’istituzione scolastica richiesta.

sempre più in prigione..

michelap

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 29.11.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Code e pettine: cosa ne pensate?

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum